venerdì, Luglio 19, 2024
HomeEconomia & FinanzaAuto, dal 7 luglio scattano i nuovi obblighi. Ecco i sistemi di...

Auto, dal 7 luglio scattano i nuovi obblighi. Ecco i sistemi di sicurezza da installare

A partire da Domenica 7 Luglio, entrerà in vigore il nuovo regolamento Ue sulla sicurezza stradale. Si tratta, come recita una nota della Commissione Europea, di un sistema che “introduce una serie di sistemi avanzati obbligatori di assistenza alla guida per migliorare la sicurezza stradale”. Secondo i legislatori, “le nuove misure di sicurezza contribuiranno a proteggere meglio passeggeri, pedoni e ciclisti in tutta la Ue, salvando presumibilmente oltre 25mila vite umane ed evitando almeno 140mila feriti gravi entro il 2038″. Ma in che

cosa consistono queste novità? Sostanzialmente, nell’installazione di un limitatore di velocità collegato alla rete Gps che avvertirà i guidatori in tempo reale se stanno superando i limiti. E di una “scatola nera” per registrare e memorizzare i dati quando dovessero verificarsi incidenti stradali. I nuovi sistemi di sicurezza dovranno essere installati su tutti i veicoli (auto, furgoni, camion e autobus) venduti nella Ue a partire, appunto, dal 7 Luglio 2024.

immagine whatsapp 2024 07 06 ore 13.41.47 a2e1f76c

Per le auto e per i furgoni, saranno obbligatori anche i sistemi di mantenimento della corsia e quelli per la frenata automatizzata. Per i camion e gli autobus, invece, saranno installate nuove tecnologie che permetteranno di ridurre i punti ciechi che impediscono la visuale ai conducenti e sistemi di monitoraggio della pressione degli pneumatici. Va sottolineato come dalle nuove regole siano comunque esclusi gli automezzi acquistati prima del 7 Luglio 2024. I limitatori di velocità, che non interverranno direttamente sul mezzo ma invieranno un avviso al conducente tramite segnali sensoriali – come gli avvisi sonori, simili a quelli attualmente in uso per le cinture di sicurezza – non hanno sollevato critiche. Diverso invece il discorso per l’Edr (Event Data Recorder), quello che in gergo viene definito la “scatola nera” per le auto.

 

immagine whatsapp 2024 07 06 ore 13.42.17 f27ee9a0

Secondo gli esperti di sicurezza stradale, infatti, questo dispositivo non potrà incidere più di tanto. Il perché è presto detto: le regole volute da Bruxelles “vietano la registrazione di informazioni su ora, data e posizione, che sarebbero invece fondamentali per ricostruire i fatti in caso di collisione fra i veicoli”. Ciò renderebbe i dispositivi “praticamente inutili per i ricercatori sulla sicurezza”. Seguendo le indicazioni dell’Unione Europea, I dati dell’Edr verranno raccolti e aggregati in forma anonima, e saranno analizzati solo per la ricerca e lo studio degli incidenti in generale, e non per chiarire le dinamiche dei singoli incidenti. Togliendo gran parte della sua efficacia a questo strumento.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

ULTIME 24 ORE