venerdì, Luglio 19, 2024
HomeSportEuropei, il momento della verità per l’Italia (e per Spalletti)

Europei, il momento della verità per l’Italia (e per Spalletti)

Ci siamo, il momento della verità è arrivato per la Nazionale italiana. Dopo le prestazioni altalenanti contro Albania e Spagna, la squadra guidata da Luciano Spalletti si prepara ad affrontare la Croazia in una partita decisiva per il passaggio agli ottavi di finale di Euro 2024.

Alla vigilia di questa cruciale sfida, il commissario tecnico ha rilasciato dichiarazioni che non lasciano spazio a dubbi sull’importanza della partita. “È chiaro che l’idea di cambiare qualcosa c’è dopo una partita così”, ha detto Spalletti, riferendosi alla deludente prestazione contro la Spagna. “Forse ho sbagliato io a non cambiare prima, vista quella che è stata poi la prestazione, ma sembrava talmente bella (quella con l’Albania) che ho ritenuto un azzardo metterci mano. Sicuramente qualcosa si cambierà”. Un’ammissione di autocritica che evidenzia la volontà di correggere il tiro per affrontare la Croazia con una nuova strategia.

Spalletti ha anche sottolineato l’importanza di recuperare non solo fisicamente, ma soprattutto mentalmente. “Come recuperare dal punto di vista psicologico? Presto detto, se non si fa risultato si va a casa, ma qui si ha a che fare con professionisti a tutto tondo”. Una chiara esortazione ai suoi uomini a mantenere alta la concentrazione e la determinazione. “Ci sono partite che la tua storia la fanno diventare piccola o grande, è da questa sfida qui che poi si possono avere dei risultati importanti. Abbiamo fatto delle scelte perché siamo convinti di avere a che fare con calciatori forti, ho visto la loro voglia di partecipare e di esserci, questa loro disponibilità, questa loro voglia poi va a tradursi nell’essere disponibili a giocare queste sfide”.

Il commissario tecnico ha continuato esprimendo il suo disappunto per la partita contro la Spagna: “Per quello che ho visto, ho notato comportamenti che mi piacciono, è chiaro che la partita dell’altra sera non mi è piaciuta. Ne abbiamo parlato, abbiamo fatto un passo indietro rispetto a quello che si era visto nelle ultime partite. Il livello è sempre altissimo, qualsiasi nazionale ha la possibilità di mettere insieme 20 giocatori che sanno leggere la partita, che hanno esperienze importanti. Io mi aspetto di vedere che la partita con la Spagna ci ha insegnato alcune cose”. Parole che trasmettono non solo la delusione per una prestazione non all’altezza, ma anche la fiducia nel poter imparare dagli errori per migliorare.

Nel Girone B, la classifica vede la Spagna in testa con 6 punti, seguita dall’Italia a 3, mentre Albania e Croazia sono ferme a un punto ciascuna. La vittoria per gli Azzurri contro la Croazia garantirebbe il secondo posto e la qualificazione diretta agli ottavi. In caso di pareggio, l’Italia si qualificherebbe come seconda, a meno che l’Albania non vinca contro la Spagna con un ampio margine, ma anche in quel caso gli Azzurri avrebbero buone probabilità di passare.

La Croazia, reduce da un pareggio con l’Albania, non sarà un avversario facile. La squadra croata ha una forte tradizione nei tornei internazionali e vorrà sicuramente riscattarsi per evitare un’uscita anticipata dal torneo. Spalletti ha sottolineato la necessità di recuperare non solo fisicamente, ma anche psicologicamente, per affrontare al meglio questa sfida decisiva. “Ci sono partite che fanno la storia”, ha dichiarato, consapevole che l’esito di questa gara potrebbe influenzare profondamente il percorso dell’Italia in questo Europeo.

Tutto è pronto per una serata di calcio ad alta tensione. Gli Azzurri hanno bisogno del supporto di tutti per superare questo ostacolo e continuare a sognare in grande. Appuntamento a stasera, per una sfida che potrebbe scrivere un nuovo capitolo nella storia del calcio italiano.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

ULTIME 24 ORE