venerdì, Luglio 19, 2024
HomeRubricheUno sguardo da PonteSe la Francia voleva stupire il mondo con effetti speciali, stavolta c'è...

Se la Francia voleva stupire il mondo con effetti speciali, stavolta c’è riuscita.

screenshot 20240205 095633 flickr 768x5792 1

Più di un commentatore d’oltralpe, ieri mattina ha preso giusto il tempo per verificare i risultati del secondo scrutinio in quella che al tempo di Cesare era la Gallia per poi dichiarare senza indugio “c’est bizarre’. Fatti i normali distinguo, anche chi, altrove, ha preso atto dell’ accaduto, non si sarà allontanato molto dal minuscolo Asterix del fumetto omonimo nel declinare “sono pazzi questi galli”riferendosi ai discendenti di D’Anton, Robespierre e loro coevi facilmente irascibile. Resta infatti particolarmente difficile il sovvertimento in soli otto giorni di un risultato elettorale che non trovava equivalenti nei trascorsi democratici di quel paese. Che la cultura di sinistra oltre le Alpi sia ben radicata, almeno per quelle persone che pensano con nostalgia alla Rivoluzione del 1789 è ben chiaro. Altrettanto lo è che gli exploit quasi contemporanei sono stati corredati da parentesi mai chiuse definitivamente, ma è come se fossero accompagnate da “segue*. Se ne è avuta dimostrazione qualche anno fa con le manifestazioni dei  “Gilet Jaune”. Lascia perplessi che la combine che è venuta fuori dall’ultimo risultato delle urne colloca in secondo piano la performance di Macron e si lascia alle spalle quella della Le Pen come se fosse stata una goliardata.Anche se tale fosse voluta essere, certo non sarebbe stata di buon gusto, per i tempi che si stanno attraversando ormai da un bel pò. Certamente il blocco a est del mondo sarà rimasto come minimo deluso
Altrettanto si sarà verificato in America Latina. Al momento ciò che fa venire fuori sentimenti destabilizzanti, peraltro in ordine sparso,è  l’insieme dei contraccolpi economici che derivano da tale stato dei fatti. Ora in particolare questo aspetto va tenuto in grande considerazione. I tempi  che si vanno sempre più avvicinando non permettono di dibattere nemmeno come semplice 
esercizio di dialettica i fenomeni che si stanno avvicinando pericolosamente all’ umanità. Tale espressione è volutamente invertita perchè la stessa mai e poi mai avrebbe voluto trovarsi volontariamente in mezzo a questa bagarre. L ‘ unica risposta che può dare l’umanità a tutto ciò è che si è trovata in ballo, perciò deve ballare. Sempre se le riuscirà.
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

ULTIME 24 ORE