giovedì, Maggio 30, 2024
HomeCulturaCaligola fu l'imperatore più decadente dell'Impero Romano?

Caligola fu l’imperatore più decadente dell’Impero Romano?

La personalità e le gesta dell’imperatore Caligola o Caius Iulius Caesar Augustus Germanicus sono state raccontate in molte cronache storiche che lo descrivono come un sovrano tirannico, sanguinario e psicopatico che aveva passioni eccentriche. Sebbene prima di prendere il potere come imperatore e anche per sei mesi dopo, Caligola mostrò un comportamento normale, mostrando comprensione e compassione verso il popolo, proprio come suo padre, il coraggioso generale Gemanico.

All’inizio del suo regno, Caligola era un ottimo sovrano mostrando una profonda comprensione sia dei suoi stretti subordinati che dei cittadini ai quali concedeva il diritto di voto, dopodiché ridusse le tasse, abolì le punizioni pubbliche e accettò di aumentare il soldato legionario che rappresentava i soldati nell’unità base dell’esercito romano. Dopo un episodio di malattia imprevedibilmente installato nella vita del condottiero romano, durante il quale coloro che gli erano vicini pensavano che sarebbe morto, Caligola guarisce miracolosamente dalla sua malattia, ma un aspetto completamente diverso della sua personalità che nessuno avrebbe sospettato sarebbe sono esistiti.

Da sovrano amato per le sue speciali qualità dimostrate dalla cura e dalla protezione mostrata ai suoi sudditi, Caligola divenne una bestia dal volto umano i cui eccentrici e sanguinari piaceri terrorizzarono l’intero impero. Spesso l’imperatore si dilettava ad assistere ai giochi nell’arena dove ordinava che le persone fossero gettate ai leoni affamati che le facevano a pezzi. Raggiunto un grado avanzato di degrado morale, essendo anche malato di mente, Caligola ordinò torture ed esecuzioni che comportavano metodi di una crudeltà senza precedenti.Gli altri piaceri malati di Caligola erano le orge tenute nei suoi palazzi galleggianti che aveva fatto costruire per tali eccentricità. Essendo bisessuale, l’imperatore folle ebbe rapporti sessuali con numerosi sottoposti che uccise con la flagellazione, poi si crogiolò in rapporti incestuosi con le sue stesse sorelle: Agrippina, Giulia Drusila e Giulia Livilla. Delle sue tre sorelle, Julia Drusila era la sua grande debolezza a cui prestava più attenzione e rispetto nella sua demenza patologica. Penso che l’azione pubblica più eccentrica di Caligola sia stata nominare senatore il suo cavallo Incitatus.

Contemporaneamente l’eccentrico imperatore ordinò la costruzione di un palazzo dedicato al quadrupede che adorava più di tutti gli esseri che lo circondavano. Contrariamente alla credenza in certe divinità sostenuta dagli imperatori che governavano il precedente impero, Caligola nutriva un’invidia patologica nei confronti delle divinità e per questo ordinò che molte statue fossero decapitate, così che al posto delle teste delle divinità, sculture in marmo raffiguranti la sua propria testa sono stati collocati. Inoltre, Caligola chiese ai suoi soldati di combattere contro il dio del mare Nettuno, attaccarono la Manica e combatterono con l’acqua. A causa del suo sospetto nei confronti del suo entourage, Caligola ordinò l’uccisione di parenti stretti e amici, arrivando a ordinare l’impietosa esecuzione di membri della guardia pretoriana, senatori e consoli che considerava cospiratori. Caligola era fermamente convinto che la sua malattia fosse dovuta ad avvelenamento e che tutti intorno a lui lo volessero morto, e per questo organizzò torture e omicidi per punire i potenziali traditori.

Per quanto riguarda le abilità di stratega militare, Caligola non possedeva tali qualità. Le campagne militari sostenute dall’imperatore furono fallimenti che cercò di mascherare con la disposizione data di costruire palazzi e gigantesche navi situate sul lago Lemi e un ponte galleggiante sulla baia di Baiaie per dimostrare a un indovino che poteva cavalcare sull’acqua. In un periodo di tempo relativamente breve, Caligola sperperò tutte le ricchezze del grande impero a causa dei suoi eccessi stravaganti e costosi, motivo per cui confiscò le ricchezze dei nobili dell’impero dopo averne ordinato l’esecuzione. Il suo regno durò dal 37 al 41. Fu assassinato dai pretoriani quando aveva solo 28 anni. Alcuni analisti storici sostengono che la brutalità e la crudeltà di Caligola siano dovute agli abusi sessuali e fisici subiti da suo zio Tiberio, fratello del padre Germanico, che lo tenne prigioniero insieme alla madre e alle sorelle per lungo tempo in un luogo isolato. Sebbene l’imperatore Tiberio sia morto per cause naturali all’età di 75 anni, alcuni storici sostengono la versione dell’avvelenamento che fu ordita anche da Caligola che voleva vendicare il padre che era stato ucciso dal fratello che gli aveva usurpato il trono. Nonostante il suo breve regno, Caligola rimane una delle figure storiche più famose del periodo antico a causa delle sue azioni atroci che hanno scosso un mondo intero.methode times prod web bin 413499de 277b 11eb aca7 1c9add2102c6intro 1662593352

fonti di riferimento: https://www.monden.ro/imparatul-caligula-conducatorul-nebun-al-imperiului-roman-care-se-dorea-zeu.html

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

ULTIME 24 ORE