mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeCronacaLIGURIA DA DIMENTICARE

LIGURIA DA DIMENTICARE

treno 1cantiere 2

Liguria Regione da dimenticare!

Fidarsi delle Ferrovie? Assolutamente no. Parti alle 5.24 con Treno Regionale Veloce, che poi, di veloce ha solo il nome, perchè, è  paragonabile ad un “locale”.

Fa quasi tutte le fermate tranne forse due, pagando quasi 30 euro di biglietto, convinta di arrivare a Milano in orario per l’appuntamento di lavoro fissato da ormai 15 giorni, invece no!!! Ecco che, puntualmente, come ormai sistematicamente ogni giorno arriva il problema.

Una voce metallica, educata ti informa: “Per un guasto sulla linea Savona/Genova, il traffico è rallentato. Si informano i signori viaggiatori che il ritardo previsto di arrivo alla Stazione Centrale e’ di circa 30 minuti. Ferrovie dello Stato si scusa per il disagio, ma si premura di tenervi informati” Orbene, cosa ce ne si fa delle scuse, se questo procura un danno non indifferente a chi prende il Treno per lavoro? Assolutamente niente. I rumors negativi si elevano da ogni parte del vagone e si propaga ad onda anche negli altri. Qualcuno si altera in modo pesante, alcuni studenti sono quasi felici, per forza, per loro ogni scusa è buona pur di saltare un’ora o una giornata di scuola. Diversi universitari, sono arrabbiatissimi, devono sostenere un esame e con questi ritardi non arriveranno…, telefonano alla Segreteria, spiegano il problema, pare un nulla di fatto, l’esame salta!

Io chiamo per il mio appuntamento, mi riferiscono che se arrivo entro le 11.30, mi attendono viceversa no. I passeggeri chi li ripaga? Non bastano le scuse, quelle servono a poco o nulla, anzi, fomentano ancora di più gli animi. Un distinto uomo d’Affari seduto di fronte a me, dopo aver chiuso un’accesa discussione telefonica, mi guarda, mi chiede scusa, e mi esterna una sua riflessione: “una persona onesta comincia a farsi domande, e, dare ragione a chi, utilizza il servizio e NON PAGA IL BIGLIETTO” Gli rispondo dandogli ragione.

Il viaggio prosegue, abbiamo accumulato 50 minuti di ritardo, sono le 8.02 e siamo solo a Genova Voltri, vale a dire, Milano 1 ora e 30 di distanza. L’altoparlante informa che si ha diritto al rimborso del biglietto. Ribadisco, la mia domanda è, cosa sono 30 euro di biglietto in confronto ad una giornata di lavoro importante persa?

La Liguria, soprattutto la parte di Ponente, una Regione da dimenticare, da evitare. Ferrovie da Far West, Autostrade inagibili causa Cantieri, Viabilità Ordinaria una tragedia, delinquenza alle stelle, lavoro pressoché inesistente e mal pagato, Sanità una tragedia, Scuole non parlarne e’ meglio, e…, tanto altro, tutto in negativo, unica cosa ancora accettabile, il clima, perché l’uomo, non ha ancora trovato la modalità “distruzione definitiva” applicabile. Va beh, andiamo avanti, tanto non si può fare diversamente, la vita ti pone davanti a determinati obblighi ed imposizioni, per cui da parte mia, posso solo dire, confidiamo nel fatto che le 11.30 sono ancora lontane… e, forse, la giornata, nonostante tutto, come si suol dire la porto a casa…

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

ULTIME 24 ORE