lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeSportSalernitana, dal calciomercato insoddisfacente al Torino: le possibili scelte di Inzaghi

Salernitana, dal calciomercato insoddisfacente al Torino: le possibili scelte di Inzaghi

La sessione del calciomercato invernale è ormai giunta al termine e la Salernitana ha rinforzato la rosa per tentare l’impresa di evitare la retrocessione in Serie B. Il direttore generale, Walter Sabatini, ha condotto un mercato simile a quello che ha portato i granata alla salvezza nella stagione 2021/22. Tuttavia, a differenza di quest’anno, l’instant team di due stagioni fa era composto da numerosi calciatori dotati di grandi qualità tecniche. 

Durante questa finestra di calciomercato, e per tutto il mese di gennaio, è sembrato come se la Salernitana non riuscisse a convincere i principali obiettivi ad accettare questa sfida così ardua e impegnativa. Ed ecco che, nelle ultime 72 ore disponibili per completare la rosa, Sabatini ha dovuto eseguire uno sprint al cardiopalma. Alla fin dei conti, la Salernitana è stata la squadra che ha acquistato più di tutte in Serie A, anche se non si tratta di innesti di rilievo come due anni fa. 

sabatini (1)Walter Sabatini, direttore generale della Salernitana fonte @US Salernitana 1919 profilo Twitter

A primo impatto, il mercato di Sabatini appare insufficiente, considerando che la Salernitana ha anche rischiato fino all’ultimo di non implementare il debole attacco di mister Filippo Inzaghi. Il tecnico granata adesso dovrà lavorare con i nuovi arrivati, anche se è troppo presto per giudicare il valore degli acquisti. A risultarne migliorata è sicuramente la difesa, con gli innesti di Boateng, Pellegrino e Pasalidis per far fronte alle uscite di Daniliuc e Lovato. Però, ci si aspettava di più a centrocampo e in attacco, due reparti in grandissima difficoltà. 

Salernitana, adesso c’è il Torino: le possibili scelte di Inzaghi 

filippo inzaghi (1)Filippo Inzaghi, allenatore della Salernitana fonte @Us Salernitana 1919 profilo Twitter

Al di là del calciomercato, non è un segreto che la Salernitana dovrà compiere un miracolo per riuscire a restare in Serie A. L’ultima posizione, con soli 12 punti in classifica a febbraio, è una situazione che il presidente Danilo Iervolino non avrebbe neanche lontanamente immaginato di dover affrontare. Eppure, a poche giornate dal giro di boa, i ragazzi di Filippo Inzaghi devono ancora recuperare un gap importante sulle rivali in ottica salvezza. 

Ora bisognerà concentrarsi sulla gara di domani, domenica 4 febbraio, che vedrà la Salernitana impegnata a partire dalle ore 12:30 nella trasferta contro il Torino. I padroni di casa sono reduci da tre risultati utili consecutivi ed occupano la decima posizione in classifica. Inoltre, il precedente del girone d’andata evoca brutti ricordi alla Bersagliera, che uscì sconfitta con un netto 0-3 nel match dell’Arechi. I pronostici della vigilia favoriscono il Toro, anche se la riformata Salernitana di Inzaghi potrebbe sorprendere tutti. 

Per fronteggiare il Torino, mister Inzaghi dovrebbe affidarsi ad un 4-3-2-1. La retroguardia della Salernitana potrebbe essere composta dalle new entry Pellegrino e Pasalidis al centro, con Bradaric a sinistra ed il solito ballottaggio Pierozzi/Zanoli sulla destra (il primo è leggermente favorito). A centrocampo, salvo sorprese, pronti Kastanos, Maggiore e Basic. Infine, Candreva e Tchaouna a supportare Simy che agirà da terminale offensivo. La vera novità è il ritorno di Dia, che si candida per subentrare nel secondo tempo. 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

Google search engine

ULTIME 24 ORE

Google search engine