venerdì, Aprile 19, 2024
HomeSalute & BenessereDa oggi 1° aprile in Germania è legale la cannabis (in certe...

Da oggi 1° aprile in Germania è legale la cannabis (in certe condizioni)

di ROBERTA DE CAROLIS

Il Bundestag, il Parlamento della Germania, ha approvato la legalizzazione della cannabis per il consumo privato in determinate condizioni. Il sì è arrivato il 23 febbraio e da oggi 1° aprile la legge entra in vigore.

Il 23 febbraio il Bundestag in Germania aveva detto sì alla legalizzazione della cannabis per il consumo privato a determinate condizioni: sarà possibile la coltivazione privata e comunque non commerciale, nonchè la distribuzione controllata da parte delle associazioni di coltivazione. La legge entrerà in vigore oggi 1° aprile. E nel Paese si festeggia.

Il disegno di legge sulla liberalizzazione della cannabis e le modifiche ad altre normative di settore erano stati discussi per la prima volta in Parlamento lo scorso 23 ottobre e le opposizioni avevano subito presentato mozioni contrarie e richiesto di avviare una valutazione scientifica dei benefici della cannabis medica analoga alla legge farmaceutica.

Leggi anche: Cannabis legale, dalla Germania arriva il primo via libera all’uso ricreativo

Sì alla cannabis per uso ricreativo, le condizioni

Da oggi 1° aprile è legale il consumo privato della cannabis, ma solo a determinate condizioni:

  • Sarà possibile la coltivazione privata, e comunque non commerciale nonché la distribuzione controllata della cannabis da parte delle associazioni di coltivazione;
  • Gli adulti potranno possedere fino a 25 grammi di cannabis per il proprio consumo e potranno coltivare fino a tre piante di cannabis per il consumo personale. Tuttavia, la cannabis coltivata privatamente deve essere interdetta all’accesso da parte di bambini e giovani;
  • Le associazioni di coltivazione non commerciali, in futuro, potranno coltivare cannabis e darla ai propri membri per il loro consumo privato, ma sono ammessi al massimo 500 membri, necessariamente con residenza o domicilio abituale in Germania e sarà consentita l’appartenenza ad un’unica associazione di coltivazione;
  • Nelle associazioni di coltivazione la cannabis può essere ceduta ai membri solo in misura limitata, previa verifica dell’appartenenza e dell’età, in particolare potranno essere donati al massimo 25 grammi al giorno o 50 grammi al mese, e per gli adolescenti di età compresa tra 18 e 21 anni sono consentiti solo 30 grammi al mese con un limite di contenuto di THC del 10%;
  • La cannabis al consumo può essere distribuita solo come hashish o marijuana in qualità controllata e nella sua forma pura;
  • Il consumo di cannabis è vietato in una zona di protezione di 200 metri attorno alle associazioni di coltivatori, nonché alle scuole, alle strutture per bambini e giovani, ai campi da gioco per bambini e agli impianti sportivi accessibili al pubblico;
  • Per proteggere soprattutto i bambini e i giovani dalla droga, vige un divieto generale di pubblicità e sponsorizzazione per le associazioni di consumatori di cannabis e di coltivazione e si prevede inoltre di rafforzare la prevenzione attraverso una campagna educativa del Centro federale per l’educazione sanitaria (BZgA) sugli effetti e sui rischi della cannabis, il cui impatto sociale sarà valutato dopo quattro anni;
  • Resta l’obbligo di prescrizione per la cannabis terapeutica.

Perchè sì

Come riportato dallo stesso Parlamento tedesco, i dati mostrano che il consumo di cannabis continua ad aumentare nonostante le norme di divieto esistenti e la cannabis acquistata sul mercato nero è spesso associata ad un aumento del rischio per la salute perché il contenuto del principio attivo tetraidrocannabinolo (THC) è sconosciuto e può contenere additivi tossici, impurità e cannabinoidi sintetici.

In altre parole la sua legalizzazione consentirebbe da un lato di togliere un mercato all’illegalità, dall’altro di consentire il consumo di una cannabis controllata e non dannosa per la salute. Inoltre il commercio legale sarà di certo una nuova entrata per le casse dello Stato.

Leggi anche: Con la cannabis legale in Italia, 6 miliardi di gettito fiscale (tolti alla criminalità). Lo studio inedito dell’Università di Messina

Le opposizioni

Secondo il gruppo parlamentare AfD la legalizzazione della cannabis per scopi ricreativi dovrebbe essere abbandonata. Allo stesso tempo, secondo una mozione del gruppo parlamentare si dovrebbe avviare una valutazione scientifica dei benefici della cannabis terapeutica.

La prevista legalizzazione della cannabis, secondo l’opposizione, sottovaluterà il pericolo per gli adolescenti e i giovani sotto i 25 anni, per i quali, secondo una ricerca citata, il consumo di cannabis può avere un effetto dannoso sulla maturazione delle cellule nervose e delle connessioni nervose.

Pertanto, nella loro mozione i parlamentari chiedono che i progetti di legalizzazione della cannabis per scopi ricreativi siano completamente abbandonati e che la cannabis medica sia sottoposta al processo AMNOG per la valutazione dei benefici e la determinazione del prezzo dei medicinali.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

Google search engine

ULTIME 24 ORE

Google search engine