martedì, Giugno 25, 2024
HomeSportGiro di boa per la Promorace Cup, con una terza tappa all’insegna...

Giro di boa per la Promorace Cup, con una terza tappa all’insegna dei colpi di scena

La Promorace Cup arriva alla metà campionato e per il giro di boa si ritrova tra i cordoli del Circuito Internazionale di Aprila. Nonostante le nuvole che hanno fatto da padrone per tutta la giornata, il caldo si è fatto sentire in pista, con i piloti che hanno dovuto affrontare temperature elevate e una pista scivolosa. Nonostante il caldo nessuno si è tirato indietro dalla bagarre, regalando tantissimi sorpassi e volti nuovi che si sono aggiudicati la vittoria di giornata.

Primi a scendere in pista i piloti della Mini Gp con una griglia unita fra le 160cc e le 110cc. Pole Position assoluta per Daniel Putortì del AC4 Racing Team, classe Junior della 160cc, che firma un 57’’.132’’’ e si mette in testa alla numerosa griglia con ben sedici piloti. Danilo Paoloni del team UIS Motorsport invece è il primo della classe Sport per la 160cc e con il tempo di 59’’.457’’’ conquista la settima casella in griglia. Nella categoria Mini Gp 110cc 4S il più veloce è stato Nathan Ghinelli del AM Racing 73 con il tempo di 1’.02’’.119’’’. Chiude la griglia l’unica 110cc Automatica di Filippo Di Canio.
In Gara1 parte davvero bene il poleman Putortì e dietro di lui Matteo Gannuscio del team Xrevo Factory mantiene la seconda posizione. I primi due iniziano a martellare un ritmo davvero infernale creando dietro di loro un cospicuo margine. Alessandro Baffigo del AC4 Racing Team guida invece il gruppo di piloti alle loro spalle molto compatto. Nel corso del secondo giro Lorenzo Poma prende la terza posizione mentre davanti Gannuscio si porta leader della gara. Per la terza posizione la lotta è serrata con Poma, Baffigo, Matteo Castiglione e Maicol Colazzo. I quattro rimangono compattissimi, quasi a coreografare i cordoli del circuito regalando uno spettacolo bellissimo da vedere a tutti gli spettatori accorsi per l’evento. Gara abbastanza in solitaria invece per Ghinelli che rimane stabile nella sua undicesima posizione. Complici i sorpassi sui doppiati Putortì si porta sul codone di Gannuscio, regalando un ultimo giro al cardiopalma con Gannuscio che vince con pochissimo margine su Putortì, appena 0’’.090’’’ i millesimi che li separano alla bandiera a scacchi.

RISULTATI GARA1 1.Gannuscio 160JUNIOR 2.Putortì 160JUNIOR 3.Poma 160JUNIOR 4.Baffigo  160JUNIOR 5.Castiglione 160JUNIOR 6.Colazzo 160JUNIOR 7.Paoloni 160SPORT 8.Errico 160JUNIOR 9.Oddi 160JUNIOR 10.Cipollaro 160JUNIOR  11.Ghinelli 110 4S 12.Pedullà 110 4S 13.Montebello 110 4S 14.Leodato 110 4S 15.Ravagnoli 160SPORT 16.Di Canio 110 AUT

In Gara2 non parte benissimo Gannuscio che svicola quarto mentre Putortì mantiene la leadership della gara. Mentre con la moto spenta non riesce a prendere parte al via Ghinelli, leader della Categoria 110 4S. Notevole invece la partenza di Castiglione che si porta leader già nel secondo giro. Gannuscio riesce a sopravanzare Poma e insegue la coppia in testa. Castiglione va leggermente largo e ne approfitta Putortì per riprendere la testa della gara. Gannuscio recupera e riesce già nel corso del quinto giro a prendere la testa della gara. Bella la lotta anche per la quarta posizione fra Poma e Colazzo. Mentre i primi tre sembrano allontanarsi un pochino fra loro, per la quarta posizione non sembrano accennare dei rallentamenti. Purtroppo una scivolata per Putortì a due giri dalla fine, con la moto che rimane a centro pista e la bandiera rossa che sventola sulla pista costringendo al termine la gara. Gara che verrà congelata così dati i nove giri percorsi consegnando la vittoria a Gannuscio che allunga anche in ottica campionato portandosi a oltre 50 punti dal secondo, un risultato che deve renderlo sicuramente soddisfatto per questa prima parte di stagione. Altro leader indiscusso in ottica campionato è Paoloni che veleggia solitario in cima alla classifica per la classe Sport. Pedullà invece chiude Gara2 in decima posizione assoluta che gli vale la vittoria per la classe 110 4S e di fatto anche la vittoria di giornata, Bis per lui dopo la vittoria di Limatola che lo conferma leader della classifica di campionato.  

RISULTATI GARA2 1.Gannuscio 160JUNIOR 2.Castiglione 160JUNIOR 3.Poma 160JUNIOR 4.Colazzo 160JUNIOR 5.Baffigo  160JUNIOR 6.Paoloni 160SPORT 7.Cipollaro 160JUNIOR  8.Errico 160JUNIOR 9.Oddi 160JUNIOR 10. Pedullà 110 4S 11.Leodato 110 4S 12.Montebello 110 4S 13.Di Canio 110 AUT 14.Ravagnoli 160SPORT DSF Putortì 160JUNIOR DNS Ghinelli 110 4S

dam 1293

dam 1272

Per la XREVO CUP due classi in griglia: la Sport e la Leggeri. Pole assoluta per Nikolas Placidi, team Shark Barcaro Reparto Corse, della classe Sport che fa segnare il tempo di 58’’.520’’’. Per la classe Leggeri invece il più veloce è Simone Morandi anche lui team Shark Barcaro Reparto Corse che fa segnare un 58’’.631’’’ e conquista la seconda casella in griglia di partenza. Parte abbastanza bene Placidi ma la partenza migliore è senza dubbio quella di Federico Barone del team Custom Planet Team che lo porta subito secondo. Terza posizione per Federico Lopez del Team KKC, mentre Morandi parte attardato e scivola di diverse posizioni. Morandi che deve ricostruire la gara e si trova a passare Paolo Surace del Team XrevoCup e Pierluigi David team Shark Barcaro Reparto Corse. Colpo di scena nel quarto giro, Lopez e Barone che stavano dando spettacolo in lotta per la seconda posizione regalano di fatto la posizione a Morandi, i due si toccano e finiscono a terra rientrando solo diverse posizioni più indietro. Poco dopo errore anche per David che scivola e rientra dodicesimo. Placidi fugge così solitario in testa verso la vittoria, mentre la lotta si accende fra Morandi e Surace che continuano a darsi fastidio. I due non mollano, con delle chiusure al limite di Surace che costringono Morandi a raddrizzare velocemente la moto in diverse occasioni. Surace la spunta e porta a casa la prima posizione della classe Leggeri per mezzo secondo su Morandi.

RISULTATI GARA1 1.Placidi Sport 2.Surace Leggeri 3.Morandi Leggeri 4.Mori Sport 5.Di Donato Sport 6.Lopez Sport 7.Barone Leggeri 8.Raggioli Sport 9.Calascibetta Sport 10.David Sport 11.Ricci Leggeri 12.Carminati Leggeri 13.Perciballi Alessio Sport 14.Campelli Legegri 15.Pruscini Sport 16.Perciballi Leonardo Leggeri 17.La  Selva Leggeri 18.De Lutiis Sport

In Gara2 parte male Placidi che perde diverse posizioni, mente Barone ancora perfetto in partenza che si prende la leadership della gara. Scivola in curva uno nuovamente Lopez ed è costretto così a ritirarsi. Quattro i piloti in testa, tutti davvero vicini con Barone, Morandi, Surace e Placidi. Morandi riesce a passare in testa al gruppo, mentre Barone scivola secondo. Infuocato Placidi che recupera Surace e poi Barone. Rimangono vicinissimi i quattro con Placidi che riesce a passare anche Morandi di forza. Piccolo problema per Morandi che perde di netto due posizioni, proprio nel frangente in cui Barone incappa in una spaventosa sbacchettata, riesce a riprendere la moto perdendo però le due posizioni su Morandi e Surace. Caduta per Calascibetta che provoca la bandiera rossa e di conseguenza una nuova ripartenza. Alla ripartenza parte molto bene Surace, mentre Placidi e Morandi perdono ancora posizioni. Placidi si sbarazza subito degli avversari e va a prendere la posizione di Surace. Anche per la quinta posizione si ripropone la bagarre che si stava accendendo nei primi giri. Carlo Mori, David e Alessandro Di Donato battagliano, con David che avrà la meglio al traguardo. Placidi vince ancora con due secondi di vantaggio e porta a casa punti importantissimi per il campionato portandosi a quaranta lunghezze dal secondo. La vera lotta si consuma con Surace e Morandi che tengono tutti con il fiato sospeso fino al traguardo dove esulta Surace e tira qualche colpo al manubrio Morandi. Punti fondamentali per Surace che si instaura primo in campionato per la classe Leggeri, al netto di tre gare, allungando di 45 punti proprio su Morandi che conta una gara in meno rispetto all’avversario.

RISULTATI GARA2 1.Placidi Sport 2.Surace Leggeri 3.Morandi Leggeri 4.Barone Leggeri 5.David Sport 6.Mori Sport 7.Di Donato Sport 8.Raggioli Sport 9.Ricci Sport 10.Carminati Leggeri 11.Perciballi Alessio Sport 12.Perciballi Leonardo Leggeri 14.Pruscini Sport 15.La Selva Leggeri 16.De Lutiis Sport DNF Calascibetta Sport DNF Lopez Sport

 

dam 1316

whatsapp image 2024 06 10 at 15.05.08

Per la categoria Mini Gp 190cc due le classi in griglia Under e Over. Pole man assoluto Tommaso Ubaldini della classe Under che firma un 57’’.139’’’, per la classe Over invece il più veloce è stato Gianluigi Gualdambrini del team DSC Racing che con il tempo di 59’’.516’’’ si aggiudica la sesta casella dello schieramento. Parte bene Ubaldini che mantiene la leadership della gara, ma i primi quattro rimangono compatti nelle prime fasi di gara. Ubaldini inizia a scappare per mettere un margine importante fra se e gli inseguitori. Luca Leonardi, Sebastian Ferrucci e Cristian Germani rimangono vicinissimi e provano il tutto per tutto nei sorpassi. Ferrucci tenta più volte l’attacco cercando di studiare il punto migliore della pista a suo vantaggio ma Leonardi riesce con delle belle staccate a resistere agli attacchi. Dopo ben tre tentativi abilmente studiati Ferrucci riesce a portare a casa con le unghie il sorpasso su Leonardi conquistando la seconda posizione. Gualdambrini dopo aver avuto diverso filo da torcere con i giovani del gruppo nelle prime fasi di gara si stabilizza in sesta posizione mettendo al sicuro la sua leadership di classe.

RISULTATI GARA1 1.Ubaldini Under 2.Ferrucci Under 3.Leonardi Under 4.Germani Under 5.Del Signore Lorenzo Under 6.Gualdambrini Over 7.Leo Under 8.Brandello Under 9.Squillace Over 10.Russo Over 11.Accurso Over 12.Bartolini Over 13.Silvestri Under 14.Del Signore Leonardo Over

Gara2 partono benissimo Ubaldini e Leonardi che mettono subito un ottimo margine con gli avversari, con Leonardi che tenta e riesce a prendersi la testa della gara proprio nell’ultima curva del primo giro. Incappa invece in una penalità di 10’’ Ferrucci causata da una falsa partenza. Recupera Ferrucci sui primi due, che iniziando a stuzzicarsi lasciano avvicinare notevolmente l’avversario. Ubaldini tenta di riprendersi la posizione ma nel tentativo deve correggere bruscamente la sua traiettoria e perde anche la posizione su Ferrucci. Molto bella la risposta al sorpasso di Ubaldini che con velocità e decisione si infila su Ferrucci e porta a casa il sorpasso. Colpo di scena però al penultimo giro tra Ubaldini e Leonardi che cadono e sono entrambi costretti al ritiro. Germani si ritrova così la vittoria fra le mani e conquista questa Gara2 di giornata. In ottica campionato la battaglia è serratissima, la classifica Under è comandata da Leonardi per soli 5 punti sulla quota rosa Chiara Leo. Per la Over invece classifica ancora comandata da Luigi Elia nonostante l’assenza in weekend di gare.

RISULTATI GARA2 1.Germani Under 2.Ferrucci Under 3.Del Signore Lorenzo Under 4.Leo Under 5.Gualdambrini Over 6.Squillace Over 7.Russo Over 8.Brandello Under 9.Accurso Over 10.Del Signore Leonardo Over 11.Silvestri Under DNF Ubaldini Under DNF Leonardi Under DNF Bartolini Overdam 1307

dam 1301

Per la categoria PITBIKE Manuel Maura, dopo il suo ritorno alle Pitbike dopo la parentesi Mini GP 190CC firma la pole position di giornata. Suo il tempo di 58’’.482’’’ che gli consegna la prima posizione in griglia. Ottima partenza per Samuel Livi del team Xrevo Factory che passa Maura nelle primissime fasi ma che subisce subito il controsorpasso del poleman. Colpo di scena al secondo giro, con Matteo Bonzagni del team Squadra Corse 41 e Davide Giancola del team Motor Racing Molise che in bagarre per la terza posizione rimangono coinvolti in un contatto che costringe al ritiro Giancola. La gara congela già nei primi giri, con un dominio da parte di Maura che gli consente di tagliare il traguardo con oltre 10 secondi di vantaggio.

RISULTATI GARA1 1.Maura 2.Livi 3.Bonzagni 4.Calonico DNF Giancola

In Gara2 parte bene Maura ma non altrettanto bene Livi e Bonzagni, i due si mettono subito all’inseguimento ma il leader inizia fin da subito ad incrementare giro dopo giro il suo ampio vantaggio. La gara si ripete decisamente in fotocopia a Gara1 con i distacchi che crescono con il passare dei giri. Nessun colpo di scena in questa seconda manche che sostanzialmente conferma la griglia di partenza come risultato alla bandiera a scacchi. Bis per Maura in questo suo ritorno con la categoria Pitbike. Livi mantiene però la sua leadership in ottica campionato, portando a casa ancora punti importanti per la classe Junior.  Mentre Antonio Calonico unico della classe Sport presente in questa tappa allunga ancora in campionato.

RISULTATI GARA2 1.Maura 2.Livi 3.Bonzagni 4.Calonico DNF Giancola

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

ULTIME 24 ORE