martedì, Giugno 25, 2024
HomeRubricheUno sguardo da PonteGiugno, giro di boa dell'anno, adatto per fare il punto sulle previsioni...

Giugno, giro di boa dell’anno, adatto per fare il punto sulle previsioni e per abbozzare idee sul risultato finale

domenico ocone 150x150 1
 
Ieri è stato uno di quei giorni di rilievo per aver contenuto episodi salienti, almeno per l’Occidente e, ancor più, per la UE. Essa ha fatto idealmente da cornice a un evento che, in un tempo più che limitato, determinò quello che sarebbe stato, al termine della guerra, il nuovo assetto del Vecchio Continente. Sono state quelle ore di celebrazioni dell’ 80° anniversario dello Sbarco in Normandia degli Alleati che hanno hanno fatto convergere l’attenzione di buona parte dell’umanità sulle coste di Dunquerque, di Le Havre e altri villaggi della zona, almeno per qualche ora. Gli abitanti del nord della Francia  furono testimoni stupiti di una pioggia di paracadutisti armati, solo parte di un massiccio contingente che, in contemporanea, raggiunse quelle spiagge dal mare. Sono stati presenti alla celebrazioni quanti oggi rivestono incarichi di stato dello stesso genere di quello dei loro predecessori del tempo. Volando con la fantasia, ieri non sarebbe stato difficile immaginare, accanto a Re Carlo III°, il Primo Ministro della Corona di allora, Sir Winston Churchill, l’artefice di quanto accadde. I mezzi dell’ informazione hanno rimarcato la presenza di quanti hanno in mano le sorti del mondo, sottolineando l’ assenza del Premier russo Putin.
Provando a immaginare cosa avrebbe potuto significare la presenza di quello Zar, chi ha qualche primavera sulle spalle ricorderà che, quando i mezzi di trasporto e quelli di comunicazione erano ancora in mente dei, oltre alle visite di Stato, quando,se e quando era possibile, altre occasioni di incontro erano difficili da concretizzare. A riscontrare invece il tutto esaurito, erano le cerimonie, quali i matrimoni, i battesimi, i funerali e occasioni del genere. Poiché duravano più  giorni, per il padrone di casa e gli ospiti c’era abbastanza  tempo, con animo tranquillo, di affrontare e  tentare di risolvere questioni di Stato. Sognare non costa, giusto quel poco che basta. È più utile mettere sotto la lente di ingrandimento l’operato della BCE perche, tra l’altro, di forte impatto sul tessuto industriale europeo. Era da cinqu anni che la BCE non agiva in tal modo.
Non tanto per la decisione dal punto di vista quantitativo, la riduzione del tasso dell’Euro, un quarto di punto,in numeri lo 0,25%, quanto per il  segnale inviato ai mercati, non solo finanziari, di cauto ottimismo per l’economia della UE. Quanto invece fa la differenza, senza se e senza ma, è il modo in cui sta affrontando lo stesso argomento,.il tasso del dollaro, la FED. Il Presidente Powell ha messo la questione in stand by, invertendo così l’ordine di arrivo rispetto alla sua omologa, la Presidente Lagarde. Aggiungendo che la Banca d’ Inghilterra da qualche giorno si era già adeguata a quanto deliberato ieri dalla BCE. I motivi di resistenza comuni ai governatori degli istituti che “fanno” i mercati salienti sulla faccia del pianeta, per un periodo piuttosto lungo, buona parte dello scorso anno, hanno operato con il dare valore significativo ai tassi, con una motivazione ben precisa: ridurre l’inflazione.
Quegli stessi personaggi sapevano che i presupposti dell’inflazione nei paesi di loro competenza erano diversi. Qualcuno degli interessati probabilmente all’epoca avrà pensare che si sarebbe potuto improntare il problema alla maniera dei Ciarlatani di un tempo. Costoro imbonivano la popolazione, cercando di convincerla che il loro farmaco fosse efficace per la cura di diverse malattie.
La reazione dei vari interessati alla manovra della BCE, imprese e famiglie, è stata che probabilmente avranno tirato il fiato. È avvalorata, questo comportamento, dal fatto che la discesa del tasso dovrebbe essere anche indice di maggiore libertà di azione.
Una rondine non fa primavera, ma se se ne aggiungono altre, significa che il caldo, meglio ancora la buona stagione, si sta avvicinando con quanto ciò porta con sé. S E % O.
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

ULTIME 24 ORE