martedì, Giugno 25, 2024
HomeViaggi & TurismoGrotta Melissani: un piccolo angolo di paradiso a Cefalonia

Grotta Melissani: un piccolo angolo di paradiso a Cefalonia

La Grecia è un territorio rinomato per i suoi paesaggi mozzafiato e la Grotta di Melissani, situata sull’isola di Cefalonia, ne è l’esempio perfetto.

La grotta a cielo aperto di Melissani, ormai nota per la sua cornice eccezionale, ospita uno specchio d’acqua naturale che mescola acqua dolce e salata. Questa alchimia perfetta è il frutto dell’acqua del mare, trasportata dalla terra, che alimenta un lago d’acqua dolce. Delimitato sia da una generosa foresta che dalla montagna, questo luogo magico è accessibile solo in barca.
La grotta Melissani si distingue in particolare per l’assenza di parte del suo soffitto, la cui pietra calcarea si è erosa nel corso degli anni.

Grazie a questa grande apertura, la grotta viene trafitta dai raggi del sole e si trasforma, in pieno giorno, in un vero e proprio pozzo di luce.

Illuminata dalla luce naturale, la grotta Melissani non si rivela mai nello stesso modo. A seconda dell’ora, del tempo e della posizione del sole, i colori delle parti all’aperto della parete assumono molteplici tonalità.
Durante il giorno si viene sedotti dal blu turchese o dal viola brillante della roccia, mentre all’alba o alla sera le pareti si tingono di rosa pallido o marrone.

immagine 2024 06 11 004439

La profondità del lago è di circa 39 metri, il livello dell’acqua è un metro più alto del livello del mare e il lago occupa circa un terzo della lunghezza della grotta. L’acqua del Lago Melissani è sia dolce che salata.

L’acqua salata proviene dal mare che non è lontano, mentre l’acqua dolce proviene da una sorgente naturale situata a circa 20 metri sotto terra.
Anticamente la grotta costituita da due parti successivamente ampliate a forma di virgola dai terremoti veniva utilizzata come luogo di culto di Pan.
Anche se indubbiamente nota alla gente del posto da secoli, fu nel 1951 che lo speleologo Ioannis Petrocheilos scoprì ufficialmente la grotta e trovò un’antica lampada. Un’esplorazione nel 1962 portò Petrocheilos e/o l’archeologo Spyridon Marinatos a scoprire un santuario/tempio dedicato a Pan su un tumulo di roccia all’interno della grotta, e vari manufatti minoici tra cui una figura in argilla di Pan e piatti di argilla raffiguranti ninfe.

Il mito suggerisce che la ninfa Melissanthi si suicidò nella grotta, forse annegando, quando Pan rifiutò il suo amore per lui.
Da qui il nome della grotta. Gli oggetti rinvenuti nella grotta sono ora esposti nel Museo Archeologico di Argostoli.

immagine 2024 06 11 004548

Inizialmente l’ingresso alla grotta era possibile solo tramite una corda che usciva dal buco sopra la grotta, che si ritiene sia stato creato durante un terremoto.

Nel 1963 fu scavato un tunnel per dare ai visitatori un accesso più facile alla grotta, e da allora la Grotta di Melissani è stata una delle principali attrazioni per i visitatori dell’isola di Cefalonia.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

ULTIME 24 ORE