venerdì, Aprile 19, 2024
HomeCronacaPupetta Maresca: la prima donna leader dell'organizzazione mafiosa Camoristica

Pupetta Maresca: la prima donna leader dell’organizzazione mafiosa Camoristica

Assunta Maresca conosciuta come Pupetta Maresca è diventata una persona conosciuta in Italia, dopo aver sparato al capo dell’organizzazione mafiosa Camorra, Antonio Esposito, in una strada a Napoli.

Pupetta, quando commise l’omicidio, era incinta del suo primo figlio.

L’omicidio commesso da Pupetta è stato in realtà un atto di vendetta nei confronti di colui che aveva ucciso suo marito, Pasquale Simonetti, che in precedenza era stato a capo della banda Camorra.

22386493939 768x510

Sebbene avesse qualità fisiche che le valsero un concorso di bellezza nel 1953 e alcune inclinazioni artistiche, Assunta fu attratta dal lato oscuro dell’esistenza umana, avendo da bambina un debole per il dominio delle persone attraverso l’aggressività. Essa, era onesta e diretta, motivo per cui durante il processo depositato nel 1959, chiamata in giudizio, dichiarò di non pentirsi dell’omicidio commesso, anzi, lo avrebbe ripetuto se le fosse stata data la opportunità.

Pupetta non fu tenuta in carcere per molti anni, e poco dopo il suo rilascio iniziò una controversa relazione con il gangster del contrabbando di merci, Umberto Ammaturo, sospettato di aver ucciso suo figlio nel 1974 in una lite di rivalità dopo la quale Pasqualino scomparve senza lasciare nessuna traccia.

Poiché Umberto e Pupetta dalla loro unione hanno avuto due gemelli, per motivi di protezione personale, la donna rimase dalla sua parte, nonostante lui avrebbe confessato di aver ucciso il figlio, poiché Pasqualino aveva più successo nella gerarchia di Camorra rispetto a Umberto.

L’omicida è stata la prima donna che è riuscita a raggiungere il vertice della gerarchia dell’organizzazione di cui faceva parte; per questo potere  ordino’ l’assassinio di Ciro Galli, colui che per suo personale desiderio aveva fondato un’altra area della camorra chiamata Nuova Camorra Organizzata; l’obiettivo era quello di  ristrutturare il gruppo, iniziativa con la quale Pupetta ovviamente non era d’accordo.

La giustizia italiana ha nuovamente condannato Pupetta a quattro anni di reclusione, insieme al suo compagno d’armi, Umberto Ammaturo, per l’omicidio dello psichiatra e antropologo di orientamento fascista Aldo Semerari.

Per un breve periodo la signora Maresca è entrata nel mondo del commercio e ha provato un po’ con la recitazione, ma senza molto successo.

 

Pupetta Maresca è nata nella città di Castellammare di Stabia vicino a Napoli in una famiglia con quattro fratelli che avevano forti legami con la criminalità, suo padre Vicenzo Maresca era conosciuto come un capo mafia locale.

Nel 2013 è uscita una miniserie dal titolo: Pupetta Il coraggio e la passione, sulla vita della famosa donna che divenne leader nell’organizzazione Camorra. Il ruolo del Pupetta è stato interpretato in modo impeccabile dalla bellissima attrice Manuela Arcuri.

10260355 large 900x600 1 768x512

Pupetta Maresca è morta a fine 2021 il 29 dicembre. Nonostante la reputazione negativa, Pupetta resta un personaggio affascinante proprio perché si è affermato come leader all’interno di un’organizzazione criminale dove solo gli uomini avevano accesso ai vertici della gerarchia.

Fonte di riferimento

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

Google search engine

ULTIME 24 ORE

Google search engine