giovedì, Maggio 30, 2024
HomeSalute & BenessereOra conosciamo un nuovo lato nascosto (e pericoloso) degli antidepressivi durante la...

Ora conosciamo un nuovo lato nascosto (e pericoloso) degli antidepressivi durante la gravidanza

Marcella La Cioppa di MARCELLA LA CIOPPA

Questo è il primissimo studio che fornisce la prova dell’impatto diretto della serotonina sullo sviluppo della corteccia prefrontale del feto.

Assumere antidepressivi in gravidanza ha effetti negativi sul feto, e diversi studi hanno suggerito un aumento del rischio di problemi neonatali, come basso peso alla nascita e ritardo nel raggiungimento di alcune tappe dello sviluppo. Tuttavia, è importante notare che questi rischi possono variare a seconda del tipo di antidepressivo e del momento in cui viene assunto durante la gravidanza.

Ora un nuovo studio pubblicato su Nature Communications fornisce prove dirette che l’uso di antidepressivi durante la gravidanza può avere un impatto sullo sviluppo del cervello di un bambino, e contribuire al rischio di disturbi di salute mentale più avanti nella vita.

Lo studio

Lo studio, condotto da ricercatori dell’Anschutz Medical Campus dell’Università del Colorado, si è concentrato sull’effetto della fluoxetina, comunemente usata in farmaci come Prozac e Sarafem per il trattamento della depressione e della depressione perinatale, sullo sviluppo della corteccia prefrontale.

Poiché la fluoxetina agisce aumentando i livelli di serotonina nel cervello, i ricercatori hanno esaminato l’impatto che la serotonina ha sullo sviluppo della corteccia prefrontale nel feto.

Mentre è noto che la serotonina svolge un ruolo nello sviluppo del cervello, i meccanismi responsabili di questa influenza, in particolare nella corteccia prefrontale, non sono chiari. La corteccia prefrontale, la regione del cervello più evoluta, svolge un ruolo centrale nella cognizione di ordine superiore, motivo per cui i ricercatori hanno concentrato il loro studio sulla ricerca della risposta in quest’area del cervello.

Hanno scoperto che la serotonina influenza direttamente le connessioni sinaptiche eccitatorie nascenti e immature nella corteccia prefrontale, che se interrotte o disregolate durante lo sviluppo iniziale possono contribuire a vari disturbi di salute mentale.

Per studiare l’effetto, i ricercatori hanno esaminato l’impatto della carenza e dell’eccesso di serotonina sullo sviluppo del cervello. Hanno scoperto che la serotonina non è solo coinvolta nella funzione cerebrale complessiva, ma ha anche un ruolo specifico nell’influenzare il modo in cui le connessioni individuali tra i neuroni cambiano e si adattano, contribuendo alla capacità del cervello di apprendere e adattarsi.

La comprensione di questa correlazione può potenzialmente aiutare con un intervento precoce e lo sviluppo di nuove terapie per i disturbi dello sviluppo neurologico che coinvolgono la disregolazione della serotonina.

I ricercatori intendono continuare a studiare l’impatto della fluoxetina, esaminando poi il suo impatto sullo sviluppo del cervello di un adolescente.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

ULTIME 24 ORE