giovedì, Maggio 30, 2024
HomeViaggi & TurismoLA ROSSLYN CHAPEL NEI PRESSI DI EDIMBURGO E LA STORIA DEL GATTO...

LA ROSSLYN CHAPEL NEI PRESSI DI EDIMBURGO E LA STORIA DEL GATTO DELLA CAPPELLA

Cappelle, misteri storici e un gatto famoso, Rosslyn situata a pochi chilometri a sud del centro di Edimburgo, attrae con la sua bellissima cappella del XV secolo.
Ma non è solo l’imponente architettura della cappella ad attrarre le persone ma sono anche i segreti e le speculazioni sulle sue origini.
La Cappella di Rosslyn fu il frutto dell’ingegno del nobile William St Clair di Orkney, il primo conte di Caithness.
Trascorse la metà degli anni ’20 esplorando l’Europa e sviluppò una sorta di ossessione per le cattedrali gotiche francesi.
Così, quando tornò in Scozia nel 1446, decise di costruire la sua versione, la Cappella Collegiata di San Matteo, meglio conosciuta come Cappella di Rosslyn.

La visione originale di William era su scala più grande di quella che si può vedere oggi, con la cappella più lunga di 34 metri e una torre gigante visibile dal centro di Edimburgo .
William aveva un sacco di soldi per finanziare i suoi piani e portò un esercito di maestri artigiani da tutto il Regno Unito per lavorare sulla sua visione.
Ma 40 anni dopo, i lavori della cappella non erano ancora terminati quando William morì, quindi non poté vedere la sua creazione prendere vita.
Nemmeno nessuno alla fine lo ha fatto. Suo figlio Oliver completò il tetto ma abbandonò i grandiosi progetti di William.

immagine 2024 04 13 181522

La famiglia di William era cattolica, quindi durante la Riforma scozzese la cappella fu danneggiata e le statue furono demolite, lasciandola vuota.
Il fatto di essere costruita interamente in pietra anziché in legno ha contribuito a preservarla per un po’, ma nel corso degli anni ha iniziato a cadere in rovina.
La cappella fu infine riaperta nel 1860, ma anni di abbandono e inverni scozzesi l’avevano lasciata in uno stato pietoso. E alcuni dei lavori per riparare i danni non hanno fatto altro che peggiorare le cose.
Alla fine degli anni ’90, la Rosslyn Chapel era piena di umidità con alghe che ricoprivano le pareti interne.
Così fu avviato un imponente progetto per prosciugarla, preservare ciò che era rimasto e ripristinare ciò che era stato danneggiato.
Un’enorme tettoia in acciaio fu costruita proprio sopra la cappella per proteggere il tetto mentre veniva riparato, la malta sciolta fu sostituita e gli intagli, le vetrate e l’organo furono restaurati.
Ed ora la cappella è più bella che mai.

immagine 2024 04 13 181641

L’esterno della Cappella di Rosslyn è caratterizzato da pietra color miele, finestre ad arco e delicati pilastri.
Ma dentro è ancora più speciale.
Quasi ogni superficie che puoi vedere è ricoperta da intricati intagli, stelle, fiori, colombe, angeli e oltre 100 Green Men (volti umani da cui cresce vegetazione).
Ma alcune delle incisioni più impressionanti si trovano sul Pilastro dell’Apprendista.
La leggenda narra che il maestro scalpellino se ne andò e il suo allievo finì perfettamente la colonna.
E quando lo scalpellino tornò, fu preso da una rabbia gelosa e uccise l’apprendista con un maglio.
Pentitosi del gesto, per autopunizione, scolpi sul pilastro di fronte il volto dell’apprendista,  per fissarlo per l’eternità.
Si dice che il pilastro rappresenti l’Albero della Vita, con simboli delle tradizioni celtica, pagana, norrena e cristiana tutti combinati insieme.

immagine 2024 04 13 181926

Ma questa non è l’unica leggenda legata alla cappella, ci sono tantissime storie sui suoi legami con la Massoneria e i Cavalieri Templari.
È costruita su una misteriosa “Linea della Rosa”?
O potrebbe essere il nascondiglio del Santo Graal?
Gran parte della documentazione originale relativa alla costruzione della cappella è stata distrutta o scomparsa.
L’autore Dan Brown era così affascinato dalla cappella e dai suoi miti che li inserì nel suo libro bestseller ‘Il Codice Da Vinci’, che diede inizio al secondo rinascimento della Cappella di Rosslyn.

Il numero dei visitatori aumentò in maniera incredibile dopo l’uscita della versione cinematografica del libro nel 2006, e Tom Hanks e Audrey Tatou si recarono proprio a Rosslyn per le riprese, proprio nella vera cripta della cappella.
È possibile visitare la camera sotterranea utilizzata durante le riprese.
Ma nella cappella c’è anche una misteriosa seconda camera sotterranea che è da sempre stata tenuta sigillata.
Potrebbe essere il sito del Santo Graal?
Beh, potresti pensare che sia facile verificarlo, ma si teme che il dissotterramento della camera possa danneggiare la struttura della cappella, e l’attuale conte di Rosslyn non vuole disturbare i corpi dei suoi antenati. Quindi per ora il mistero resta tale.

Ma gli “intrusi” di Hollywood, non possono competere con la vera star della cappella, il suo gatto bianco e nero.
William, così chiamato in onore del fondatore della cappella, si è trasferito lì quando era un gattino e da allora non se n’è più andato.
La leggenda narra che discenda da una lunga stirpe di gatti che sarebbero venuti a far la guardia alla cappella.

immagine 2024 04 13 182101

William è diventato una specie di celebrità felina locale e si può anche acquistare il peluche o prenotare un libro sulle sue avventure nel negozio di souvenir della cappella.
Lo si trova rannicchiato nel suo posto preferito, che sonnecchia sui banchi in una zona soleggiata e accetterà felicemente qualche minuto di coccole.
Dopo il tour e le carezze dei gatti si può uscire per una passeggiata nei boschi.
Nascoste tra gli alberi si trovano le rovine del castello di Rosslyn costruito da uno degli antenati di William St Clair.

È su una collina e ci si arriva attraverso un ponte costruito dove sorgeva il ponte levatoio originale. Non è rimasto molto, ma ovviamente ha la sua leggenda, di una donna addormentata che un giorno si sveglierà, rivelerà un tesoro sepolto e farà risorgere il castello dalle rovine.

immagine 2024 04 13 182256

 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Eventi in programma

ULTIME 24 ORE